Rogo Prato tre anni dopo, più in regola

Le aziende cinesi sembrerebbero finalmente mettersi in regola, a Prato e non solo, almeno per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro. E' quanto sottolinea in una nota la Regione Toscana, dopo una visita nella città del tessile della vicepresidente Monica Barni a tre anni dal rogo della Teresa Moda quando, il 1 dicembre 2013, sette operai cinesi (cinque uomini e due donne) morirono nella fabbrica dove lavoravano ma anche vivevano. La tragedia è stata ricordata oggi a Prato, nel salone consiliare del palazzo comunale. "I controlli devono proseguire - ha sottolineato la vice presidente della Toscana, Monica Barni -. Le ispezioni diventeranno ordinarie". Per quanto attiene almeno alle norme sulla sicurezza sul lavoro, nell'ultimo mese il 58% delle aziende è risultato infatti in regola: all'inizio, nel 2014, la percentuale era poco sopra il 15 per cento. "Le aziende - ha proseguito - pagano anche le sanzioni comminate e non scompaiono nel nulla, come un tempo accadeva invece di frequente".

ANSA
ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Una settimana di eventi dedicati al Giorno della Memoria a Impruneta
    Il Gazzettino del Chianti
  2. Comitato via Cavalleggeri, "Via subito ai lavori per spostare i vigili negli uffici dell'ex Urp"
    Il Gazzettino del Chianti
  3. Registri del non profit: incontro formativo per i funzionari comunali
    Cesvot.it
  4. Esposte opere rubate museo Castelvecchio
    ANSA
  5. 23/1 Consiglio Comunale di Firenze: 3 delibere tra bilancio e urbanistica
    Il Sito di Firenze

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Casciano in Val di Pesa

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...