Rogo Prato tre anni dopo, più in regola

Le aziende cinesi sembrerebbero finalmente mettersi in regola, a Prato e non solo, almeno per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro. E' quanto sottolinea in una nota la Regione Toscana, dopo una visita nella città del tessile della vicepresidente Monica Barni a tre anni dal rogo della Teresa Moda quando, il 1 dicembre 2013, sette operai cinesi (cinque uomini e due donne) morirono nella fabbrica dove lavoravano ma anche vivevano. La tragedia è stata ricordata oggi a Prato, nel salone consiliare del palazzo comunale. "I controlli devono proseguire - ha sottolineato la vice presidente della Toscana, Monica Barni -. Le ispezioni diventeranno ordinarie". Per quanto attiene almeno alle norme sulla sicurezza sul lavoro, nell'ultimo mese il 58% delle aziende è risultato infatti in regola: all'inizio, nel 2014, la percentuale era poco sopra il 15 per cento. "Le aziende - ha proseguito - pagano anche le sanzioni comminate e non scompaiono nel nulla, come un tempo accadeva invece di frequente".

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Perde un figlio nell'incidente, "Ho trasformato la tragedia in amore per il prossimo"
    La Nazione.it
  2. Nuovo Pignone, a rischio 500 posti a Firenze
    Firenze Repubblica
  3. Love is a Human Right: omosessualità e diritti umani
    Nove da Firenze
  4. La gestione del mister, l'unione del gruppo. Ecco la forza della Pro. E c'è pure Santana...
    La Provincia di Varese
  5. Cura dei beni comuni urbani: a Firenze via alla collaborazione con i cittadini
    Il Sito di Firenze

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Casciano in Val di Pesa

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...